Prospettive umane

dubbie | interiori | collettive

collage e pitture


La mostra
“Prospettive umane” segna una sorta di “ritorno” dell’artista nella sua zona di origine, dopo diversi anni di sperimentazioni, ricerche e contaminazioni milanesi. Un passaggio, per lasciare une segno di questo suo percorso ancora in divenire. Infatti, Pamela Napoletano si è formata artisticamente all’Accademia delle Belle Arti di Carrara, ma dal 2003 ha iniziato ad avere i primi contatti con Milano, dove ha vissuto per oltre tre anni. Dal dicembre 2010 si è trasferita a Perledo, sul Lago di Como, dove attualmente sviluppa la sua ricerca pittorica.
La mostra parla di differenti prospettive attraverso le quali esplorare l’essere umano. Prospettive che raccontano stati d’animo celati dalle apparenze e silenziosamente urlati. Colori in trasparenza rivelano linee aggrovigliate, vulnerabili e sorprendenti come l’emotività. Oppure prospettive che racchiudono in un abbraccio soffocante la collettività raccontando, in chiave ironica, condizioni penose. Toni vivaci, richiami seducenti, personaggi simpatici sono solo specchietti per le allodole: tacciono in realtà false necessità, schiavitù, ferite sociali. Oppure, ancora, prospettive per fermarsi e svelare, senza vergogna, indecisioni e dubbi.



Informazioni
Villa Cuturi | ex sede APT
viale Amerigo Vespucci 24 | Marina di Massa | Lungomare
dal 6 al 31 ottobre 2011
orari | 9.30-12.30 | 15.00-18.00
vernissage | giovedì 6 ottobre | ore 16.30