Umanoidi

Il mondo è un'immagine.
Il reale è un'immagine.
L'individuo è un'immagine.
Un'immagine fittizia, costruita, materializzata. Fatta di sostanza.
Come le nostre azioni.

Quanto del nostro essere ci appartiene veramente? Bombardati incessantemente da messaggi seducenti, ci ritroviamo schiavi delle apparenze, del lusso e dei luoghi comuni. Il vuoto diventa "il pieno", quel pieno spacciato per "il giusto", "il vero", "il necessario". Gli "Umanoidi", abitanti di questa artificiosità, recitano succubi il mantra del possesso ai piedi dei loro Idoli, soggiogati da soddisfazioni illusorie e pigramente inconsapevoli della loro stessa infelicità. Un'infelicità, anche questa, fatta di sostanza.

Sottomissioni, falsi miti ed effetti collaterali sono rappresentati attraverso la ricomposizione di immagini rubate ovunque. Dal mondo dell'arte a quello del design, dalla pubblicità alla fotografia, dalla vita vissuta al web. Il richiamo ironico ed apparentemente spensierato del risultato finale maschera il dramma della rappresentazione.










Informazioni
antico lavatoio di via Mascardi | Sarzana
dal 4 al 13 agosto 2012